La Mano di Fatima è un accessorio piuttosto comune che siamo abituati a vedere nei ciondoli, negli orecchini e negli oggetti ornamentali. A prima vista possono sembrare semplici accessori belli da vedere in realtà al loro interno nascondono un significato profondo che viene spesso ignorato da chi li possiede.

Questo oggetto ci permette di capire quanto spesso la storia e le tradizioni vengono assorbiti dalle mode. La Mano di Fatima si confonde infatti con numerose interpretazioni e letture moderne che fanno quasi perdere la sua reale identità.

In questo articolo vogliamo riscoprire il vero significato di un simbolo così conosciuto e diffuso nelle nostre case. Buona lettura!

Le origini della Mano di Fatima

La Mano di Fatima, chiamata anche Mano di Alo, o Hamsa oppure ancora Khamsa, racchiude numerosi significati di difficile interpretazione, e possiamo facilmente intuirlo anche dal fatto che possiede così tanti nomi. Questo oggetto è un amuleto molto antico, legato a religioni e culture diverse tra loro, ciascuna delle quali ha contribuito a dargli un significato e una valenza diversa.

Collana Con Ciondolo Piastra AVE MARIA
Collana Con Ciondolo Piastra AVE MARIA

Come ben saprai, la Mano di Fatima è un accessorio con la forma di una mano con cinque dita. L’indice e l’anulare hanno la stessa lunghezza e sono attaccati al dito medio, leggermente più lungo. Ai lati dell’amuleto troviamo i due pollici inclinati verso l’esterno e con le stesse dimensioni. Nella maggior parte dei casi la Mano di Fatima è decorata da incisioni particolari. Una delle più caratteristiche è quella con un occhio aperto nel palmo della mano stessa, nella versione mussulmana l’Occhio di Allah e una Stella di David nella versione ebraica.

In pochi sanno che anche la posizione scelta per la Mano di Fatima gli conferisce un significato differente. Ad esempio, se viene posizionata verso il basso serve ad attirare l’amore, la pazienza e la fortuna, posizionata verso l’alto invece, è simbolo di potere, forza e benedizione. L’amuleto può presentarsi con tutte e cinque le dita aperte, oppure con il pollice alzato e le altre dita aperte, oppure ancora con le due dita simmetriche ai lati e le altre tre dita aperte.

Qual è la storia della Mano di Fatima?

Le origini della Mano di Fatima si perdono nei secoli, nel significato attribuito da sempre al numero cinque e all’iconografia della mano da svariate religioni e culture. È probabile che esso sia stato introdotto dai Cartaginesi intorno all’820 d.C., come simbolo e attributo di Tanit, dea della Luna e della fertilità, sposa del dio Baal.

Collana Con Ciondolo Goccia Preghiera
Collana Con Ciondolo Goccia Preghiera

Un’altra tradizione vuole il motivo ornamentale conosciuto come la “mano di Dio” fosse già presente nell’iconografia ebraica a partire dal 244 d. C. Ma è probabile che le sue origini siano ancora più arcaiche, collegate al culto sumero di Inanna e a quello Assiro-babilonese di Ishtar, Dea dell’amore, della fecondità e della bellezza, della fertilità della terra.

Successivamente l’amuleto sarebbe stato recuperato dagli ebrei, che vollero vedere in esso la Mano di Miriam, sorella di Mosè e Aronne, e diffuso anche tra i Berberi e i Magrebini, che lo adottarono come simbolo di potere.

Da questo momento la religione ebraica e quella mussulmana sviluppano due modi differenti, eppure vicini, di considerare l’amuleto. In entrambe le religioni esso diviene espressione della presenza di Dio, che vede, benedice e protegge, o in una parola, della Mano di Dio. In queste accezione, la mano aperta viene utilizzata come protezione dal malocchio e dalla negatività.

Cosa rappresenta la Mano di Fatima?

La Mano di Miriam per gli ebrei è un amuleto di estrema importanza. La figura di Miriam corrisponde in qualche modo a quella della Madonna e si tratta della figura femminile più vicina a Dio. Le cinque dita, che in ebraico vengono chiamate hamesh, sono il simbolo dei cinque libri della Torah, o anche HE, ovvero la quinta lettera dell’alfabeto ma anche uno dei nomi con cui gli ebrei si rivolgono a Dio. Inoltre, la Mano presenta delle preghiere propiziatorie e di benedizione incise sopra e molto spesso, nella versione ebraica, è presente una Stella di David incisa nel palmo.

Per i mussulmani invece, l’amuleto prende il nome di Mano di Alo o Hamsa o Khamsa, che in lingua araba significa “cinque”. In alcuni casi viene usato anche il nome Mano di Fatima e, in questa accezione, rappresenta la libertà della persona. Fatima, nome che in arabo significa “La luminosa”, era la figlia del Profeta Maometto. Secondo quanto si racconta, pare che quando si ritirava a pregare nel deserto, la pioggia cadesse facendo sbocciare dei bellissimi fiori. Si unì in matrimonio con Ali, cugino del padre e primo imam per lo Sciismo, e lo amò così intensamente che, quando lui portò a casa una concubina, come gli era consentito fare, Fatima immerse la mano nella zuppa bollente senza provare dolore, tanto era lo strazio che provava nel suo cuore.

Il pianto e il dolore provato da Fatima toccarono il cuore di Alì al punto da portarlo a rinunciare alla concubina. Per questo motivo, per le donne islamiche, la Mano di Fatima rappresenta gioia, pazienza, fortuna e ricchezza, ed è un simbolo estremante prezioso.

Nella religione mussulmana, le cinque dita si riferiscono ai cinque pilastri dell’Islam, mentre invece l’occhio raffigurato nel palmo è l’occhio di Allah.

Sia per i mussulmani che per gli ebrei, la Mano di Fatima è dunque un portafortuna e uno scudo potente contro il male e il malocchio. Nel nord Africa e in alcune zone del Medio Oriente è anche considerato un rimedio infallibile contro la gelosia.

In pochi sanno che, visto il suo significato profondo e variegato, molte organizzazioni attive per la pace in Medio Oriente, la Mano di Fatima rappresenta un vero e proprio simbolo di pace e armonia tra i popoli, poichè vedono nella Mano il punto di unione tra culture estremamente diverse: quella ebraica e quella islamica.

Piccola curiosità: molto spesso i mussulmani la utilizzano per indicare gli spazi adibiti alle donne.

La Mano di Fatima oltre la visione religiosa

Abbiamo parlato fino ad ora del significato religioso della Mano di Fatima, nonché quello più importante. In questo contesto, la Mano ha assunto nel tempo un grande peso simbolico che lo ha reso un amuleto apprezzato anche in numerosi ambiti oltre a quello religioso. Può diventare un gioiello particolare da indossare, trasformarsi in un tatuaggio originale o diventare un accessorio per la casa. Alcune marche prestigiose di gioielli lo hanno utilizzato come decoro per collane, orecchini, bracciali e portachiavi.

Il suo significato esoterico è legato alle antiche divinità femminili e questo lo rende particolarmente caro alle donne di tutto il mondo, di ogni cultura e religione, che li indossano sia come amuleto d’amore che semplicemente come portafortuna. Molto spesso viene usata come gadget e come oggetto decorativo per proteggere la casa.

Sei un appassionato della Mano di Fatima e cerchi degli amuleti o degli accessori religiosi? Sul nostro sito puoi trovare tanti amuleti perfetti per te. Visita la pagine dedicata ai migliori accessori per la preghiera e lasciati ispirare!